Esperto di Calcio

3 maggio 2013

Neymar in Europa: il Barça lo attende, ma lo vorrei vedere il Italia

"Il giocatore ci ha comunicato che non intende prolungare l'accordo con noi - l'annuncio di Rodriguez - perché ritiene concluso il suo ciclo nel Santos". Con queste parole del presidente del club carioca, si apre ufficialmente l'asta per portare nel vecchio continente la stella brasiliana Neymar.
Personalmente non stravedo per lui, perchè non amo troppo i suoi atteggiamenti da star e la sua chioma ribelle. Come giocatore c'è poco da dire, sembra davvero un fuoriclasse. In Brasile e con la Seleçao ha fino ad ora incantato tutti e stregato il mondo, son proprio curioso di vederlo in azione in un campionato più stressante fisicamente e mentalmente. Mi augurerei che arrivasse in Italia, perchè nonostante cosa si dice ritengo ancora che la Serie A sia il campionato più duro del mondo. Specie per le punte, le cui medie realizzative non si avvicinino nemmeno lontanamente a quelle della Liga spagnola. Fare goal, e farne tanti, in Italia non è facile per nessuno. In Serie A hanno giocato fior di campioni, da Ronaldo a Batistuta passando per Totti, Baggio, Del Piero e Cavani. Nessuno di loro ha mai realizzato 50 goal in campionato, e qualcosa vorrà dire. Non sto mettendo in dubbio il talento di Messi (che ritengo il più forte di sempre) o Cristiano Ronaldo (un fenomeno pazzesco), piuttosto affermo con forza che le difese e le tattiche del campionato spagnolo lasciano molto a desiderare. Alle spalle dei due-tre squadroni, ci sono compagini tatticamente fragili e difensivamente inadatte a competere con campioni di quel calibro. Messi, Ronaldo o chi per essi, in Italia farebbero più fatica. Campi come Bergamo, Cagliari o Verona li farebbero sudare sette camicie prima di realizzare due o tre reti.
Per questo vorrei vedere Neymar da noi, alle prese con i ruvidi marcatori italiani. Alla fine, sembra il segreto di Pulcinella, andrà al Barcellona. E allora aspettiamolo al varco in Champions, contro le nostre squadre o le tedesche, e vediamo se riuscirà a incantare tutti come sta facendo nel campionato brasiliano. Io penso che farà bene in Europa, molto bene, ma che non sarà un giocatore da 40 reti a stagione. In blaugrana, se andrà a giocare li, troverà difficoltà a coesistere con sua maestà Messi, anche se sulla carta l'attacco farebbe davvero paura.

0 comments:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More